La macinazione del grano è uno dei componenti fondamentali per ottenere una farina di qualità. Ad oggi, quasi tutti i mulini le cui farine si trovano in circolazione utilizzano produzioni industriali.

In questo modo, si verifica purtroppo il surriscaldamento della farina, che finisce per perdere la maggior parte dei valori nutrizionali originali. Per poter macinare al meglio le nostre farine facendo sì che mantengano dei livelli assoluti di qualità, purezza e nutrizione, la famiglia Centioni si è affidata ai più antichi mulini ad acqua d’Italia.

Macinazione a pietra

La macinazione a pietra è una tecnica ormai millenaria per la produzione della farina. La caratteristica principale della macinazione a pietra è quella di macinare l’intero chicco del grano ad una bassa velocità di lavorazione, riducendo il surriscaldamento delle macine e senza intaccare quindi le proprietà e i valori nutrizionali delle farine. Questo tipo di macinazione riesce a conservare perfettamente il germe, che contiene vitamine del gruppo B e del gruppo E, sali minerali quali fosforo, potassio e magnesio, fibre e antiossidanti.

Alimentazione ad acqua

Quasi tutti i mulini rimasti al mondo e in Italia, pur macinando a pietra, utilizzano energia elettrica per far sì che le pietre siano in grado di macinare il grano. In questo modo c’è comunque un surriscaldamento che deteriora la farina e la impoverisce sottraendole sostanze nutritive. La famiglia Centioni si è invece prodigata nella ricerca degli ultimi mulini rimasti in Italia che producano con pietre azionate dalla sola forza dell’acqua. Questo metodo di produzione più unico che raro, oltre a conservare interamente i principi nutritivi della farina, rappresenta un patrimonio artigianale e storico Italiano inestimabile, fatto di naturalità, purezza e poesia contadina del nostro paese.

La macinazione del grano è uno dei componenti fondamentali per ottenere una farina di qualità. Ad oggi, quasi tutti i mulini le cui farine si trovano in circolazione utilizzano produzioni industriali. In questo modo, si verifica purtroppo il surriscaldamento della farina, che finisce per perdere la maggior parte dei valori nutrizionali originali. Per poter macinare al meglio le nostre farine facendo sì che mantengano dei livelli assoluti di qualità, purezza e nutrizione, la famiglia Centioni si è affidata ai migliori e più antichi mulini tra Marche, Umbria e Toscana. Dopo un’attenta ricerca e collaborazione con i mugnai di ogni mulino, abbiamo raggiunto il non plus ultra della macinazione del grano. Le farine Centioni sono dunque macinate esclusivamente a pietra e con la sola forza dell’acqua.

View the embedded image gallery online at:
http://www.centioniflours.com/it/grinding#sigFreeId15d42a5c66


Macinazione a pietra
La macinazione a pietra è una tecnica ormai millenaria per la produzione della farina. La caratteristica principale della macinazione a pietra è quella di macinare l’intero chicco del grano ad una bassa velocità di lavorazione, riducendo il surriscaldamento delle macine e senza intaccare quindi le proprietà e i valori nutrizionali delle farine. Inoltre questo tipo di macinazione riesce a conservare perfettamente il germe, che è la parte più nobile, nutritiva e saporita del seme. Il germe di grano contiene sostanze nutritive particolarmente preziose, tra cui: vitamine del gruppo B e del gruppo E, sali minerali quali fosforo, potassio e magnesio, fibre e antiossidanti. Per maggiori informazioni, visitare la nostra pagina sulle farine integrali. Con una macinazione di tipo industriale invece, queste sostanze nutritive vanno inevitabilmente perse. Ed è per questo che abbiamo selezionato un tipo di macinazione che sia esclusivamente a pietra.

View the embedded image gallery online at:
http://www.centioniflours.com/it/grinding#sigFreeId1db80de0b6


Alimentazione ad acqua
Quasi tutti i mulini rimasti al mondo e in Italia, pur macinando a pietra, utilizzano dei cilindri alimentati ad energia elettrica per far sì che le pietre siano in grado di macinare il grano. In questo modo, nonostante vengano utilizzate delle macine a pietra, c’è comunque un certo grado di surriscaldamento che, come abbiamo descritto sopra, deteriora la farina e la impoverisce sottraendole sostanze nutritive. La famiglia Centioni si è invece prodigata nella ricerca degli ultimi mulini rimasti in Italia che producano con pietre azionate dalla sola forza dell’acqua. Questo metodo di produzione più unico che raro, oltre a conservare interamente i principi nutritivi della farina, rappresenta un patrimonio artigianale e storico Italiano inestimabile, fatto di naturalità, purezza e poesia contadina del nostro paese.

L’acqua, proveniente da fiumi o antiche derivazioni, viene raccolta in delle gore per mantenere sempre un livello sufficiente alla produzione, nonostante l’acqua tenda a scarseggiare in estate, limitando quindi le quantità disponibili della nostra farina. Tramite un sistema di chiuse, il mugnaio fa incanalare l’acqua in un unico tubo per ogni macina. L’acqua si dirige con forza contro le pale delle macine, spesso ancora di legno, che grazie ad un albero permettono alle pietre soprastanti di macinare il grano. Questo tipo di produzione secolare e ormai andata quasi perduta, rivive oggi grazie alla famiglia Centioni e al lavoro e alla passione dei mugnai con cui collabora, per dar vita a una farina che non ha eguali.